Venezia – Santa maria della Pietà

Fondato ufficialmente con decreto del Senato della Repubblica di Venezia nel 1346, l’Ospedale della Pietà era sorto per iniziativa di un francescano fra Petruccio d’Assisi che, intorno al 1335, decise di intervenire per sopperire al diffuso fenomeno dell’esposizione dei bambini illegittimi che venivano fatti morire di stenti o frettolosamente annegati nei canali.
Non disponendo di risorse economiche proprie, il frate percorreva incessantemente le calli veneziane questuando al grido di “pietà, pietà”, che identificherà per sempre l’antico Ospedale.
La Repubblica sostenne sempre questa istituzione con il ricavato da sanzioni penali, da redditi di traghetti, dai palchi dei teatri e dai “volti” di Rialto, nonché grazie ai generosi lasciti immobiliari di nobili e normali cittadini.

La Pietà fa parte del patrimonio culturale della città di Venezia, oltre ad essere testimone dei mutamenti sociali intervenuti nei secoli nella condizione dell’infanzia, operando con continuità a favore della tutela dei bambini ed aggiornando la propria missione con l’evolversi della cultura e della società.

Oggi l’Istituto Provinciale per l’Infanzia “Santa Maria della Pietà” è un ente non economico che persegue la secolare missione di dare assistenza ai minori in difficoltà e alle maternità fragili, aprendosi all’accoglienza multietnica e interculturale.

Oltre alla principale missione sociale, l’Istituto si prefigge lo scopo di promuovere il proprio patrimonio storico e artistico, di renderlo fruibile al pubblico e di recuperare l’antico connubio che legava, nel passato, le attività sociali a quelle culturali.

L’Istituto Provinciale per l’Infanzia “Santa Maria della Pietà” intende valorizzare il proprio poliedrico patrimonio culturale attraverso il percorso museale della Chiesa della Pietà VI.VE. Vivaldi Venezia in onore del duraturo e proficuo sodalizio che l’Ospedale ebbe con il noto compositore veneziano.
L’antico Ospedale della Pietà svolse, infatti, per secoli un importante ruolo nel panorama culturale veneziano ed europeo.
Dal 1703 al 1740 Antonio Vivaldi prestò la sua opera e il suo genio artistico proprio all’interno dell’antico Ospedale, in qualità di maestro di violino, di coro e di concerti, rendendo celebre l’orchestra delle «Figlie di Choro» della Pietà.

Il percorso museale VI.VE. si snoda in luoghi suggestivi e pieni di fascino all’interno delle cantorie della Chiesa ed intende offrire al visitatore la possibilità di scoprire il prezioso patrimonio della Pietà frutto del secolare connubio tra arte, musica e cura dell’infanzia.
Il percorso espositivo ripercorre la storia della Pietà attraverso i suoi tesori: una rara collezione di strumenti musicali barocchi dell’epoca vivaldiana, paramenti e biancherie liturgiche, oreficeria sacra, ma soprattutto testimonianze emotivamente coinvolgenti dei bambini che qui trovarono accoglienza, assistenza e una concreta possibilità di integrazione nella società.

Istituto Provinciale per l’infanzia Santa Maria della Pietà
Castello 3701 – Calle della Pietà, Venezia

Sito web: www.pietavenezia.org

Condividi